Copertina Mousabitch web2018 / pag. 132 / € 10
ISBN 978-88-94879-17-9

ordina questo libro

Da una certa barocca complessità espressiva che caratterizzava la sua raccolta d’esordio Atomi afoni (2014), Giuseppe Morgillo va qui, in Mousabitch, ancora più oltre, arrivando alla frantumazione a suo modo ungarettiana del verso, in frammenti costituiti da poche parole, a volte anche una o due. Il lessico è essenziale e colloquiale, denotativo più che connotativo. Ma se è scorrevole e accessibile il significante, il significato va percepito avendo presente, come chiave interpretativa, il rapporto tra l’io poetico e la sua musa, che poi è la tematica portante del libro.

[Sandro De Fazi]

Giuseppe Morgillo aveva “vari esperimenti di vita alle spalle” quando uscì Atomi afoni nel 2014. Da allora nella sua “vita pubblica” poche cose sembrerebbero essere cambiate, stesso lavoro, stessi ritmi, una certa stabilità, ma non una stasi, non più “una stasi”, come scriveva allora. E, appunto, proprio la scrittura è cambiata, rumorosamente diventando una cosa diversa. È anche così che si torna giovani, meno ragioniere e più bambino, infantile e intimo come solo chi capisce quel che fa solo dopo averlo fatto. Non ha più neanche accanto a sé l’eco del rimpianto di non essere stato il Professore che avrebbe potuto. Ora sa di essere uno scrittore da compiere. Mousabitch è una premessa a quello che la sua Musa, divina puttana, vuole che lui sappia di dover fare.

Copertina Come Hai Fatto A Trovarmi web2017 / pag. 120 / € 10
ISBN 978-88-94879-09-4

ordina questo libro 

Un poeta è tale se sa rapportarsi con tutto ciò che lo circonda, sovrapporre sensazioni a desideri, voci che arrivano dal mondo circostante o da quello interiore, intrecciare ricordi e sospiri, verità e probabilità. Le poesie di Lia Manzi sono affondi e ripensamenti, sono auspici di pace e sublimazioni del doloroso attendere.

[Sandra Cervone]

 

Lia Manzi ha conseguito il diploma di Grado Accademico di Magistero in Scienze Religiose, è laureata in Filosofia e Comunicazione ed è Teacher Philosophy for Children. Nel 2003 ha partecipato per Area Poesia alla Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo, ad Atene. Alcuni suoi componimenti sono presenti in diverse raccolte ed è curatrice e organizzatrice di eventi poetici. Nel 2010 ha pubblicato Sogni d’amore, Phoebus Edizioni e nel 2015 Qualcosa sul vento con la IOD Edizioni.

Copertina Madre Di Parole

2017 / pag. 64 / € 9
ISBN 978-88-94879-10-0

ordina questo libro


Dirsi poeta non è operazione semplice e farsi poeta è parte di un laboratorio esistenziale permanente e solitario perlopiù. In questa prima silloge di Lina Sanniti è evidente, pur trattandosi della prima pubblicazione, una maturità e una sensibilità nella scrittura non certo acerba. L’autrice tocca inizialmente la sua capacità di fermarsi a osservare una realtà metropolitana, che l’accoglie e la respinge con amara dolcezza.

[Floriana Coppola]

 

Lina Sanniti, di Frattamaggiore (Napoli), è docente di Lingua Inglese nella scuola media. Ha ricevuto vari riconoscimenti tra cui il primo premio del concorso internazionale di poesia ‘Avellino in versi’ (2015). Con Michael Palma ha curato la traduzione in inglese della silloge di Salvatore Violante “Enchanted Anguish” (Gradiva Publications – New York, 2017). Con Madre di parole è alla sua prima pubblicazione.

Copertina A Volte

2017 / pag. 94 / € 10
ISBN 978-88-94879-05-6

ordina questo libro 

Quando non è pienamente condivisa, la Poesia perde efficacia terapeutica. Anzi, perde la forza/magia del suo stesso esistere. E sarebbe un vero peccato, almeno nel caso di “A volte...”, questa raccolta di versi grondante verità che Salvatore Scimonetti ha da tempo sognato di condividere con un pubblico attento di lettori solidali.

[Sandra Cervone]

 

“A volte...” è un sogno. Il sogno di Salvatore. Via tutto. Via le maschere, via i cliché, via la barba, via i pantaloni neri e gli stivali. Oggi Salvatore è come quel bellissimo giorno di 43 anni fa: nudo davanti a sua madre.

[Mirko Perrone]

 

Salvatore Scimonetti (Jimbo o Barbutos, per alcuni) è nato il 21 maggio del 1973 a Napoli. Figlio di un ferroviere e di una casalinga, ha manifestato fin da subito la passione per la lettura e l’inclinazione verso la poesia. Negli anni ha fatto anche l’attore di teatro, nonché la comparsa nel cinema, a Roma. La cosa che gli è riuscita meglio nella capitale è stata fare il volontario in una clinica per malati terminali: lì ha conosciuto Carola, Andrea, Federica. Ama circondarsi di amici, ma soprattutto di amiche. Forse un giorno qualcuno si ricorderà di lui come il ragazzo che indossava sempre pantaloni neri e stivali, anche d’estate.

Adado Felix Copertina Come Una Macchia Nella Neve

2013 / pag.98 / € 10
ISBN 978-88-908660-0-5

 

Arrivato in Italia attraverso un avventuroso viaggio, Felix Adado ha dovuto lottare non poco prima di essere accolto, accettato, prima di riuscire a inserirsi con la sola forza della grande volontà che lo anima. Oggi, da marito e padre, da mediatore culturale, da operatore sociale e finanche da formatore, può parlare davvero alle coscienze, andare a toccare le corde dell’emotività di chi lo ascolta, semplicemente raccontando la propria esperienza, la propria determinazione e consapevolezza. La Poesia non si è inserita a caso in questo cammino. È stata una scelta voluta, ponderata, mirata. Felix ha deciso di far breccia direttamente nei cuori di coloro tra i quali ha deciso di vivere. E ha voluto che, accanto allo studio della lingua italiana, crescesse e prendesse piede la capacità di affidare ai versi il racconto di quello che “è”, “vuole essere”, potrà diventare. La Poesia, del resto, feconda le aridità, induce nella giusta tentazione alla commozione, alla compassione, all’incontro solidale, amicale. Poesia-Vita. Per promuovere reciprocità e sincerità. Rapporti maturi e costruttivi. Per un mondo diverso e senza barriere. Unito e multietnico.

[Sandra Cervone]

Felix Adado, nato il 12 febbraio del 1980 a Lomé in Togo, è arrivato in Italia il 3 gennaio del 2005. Interprete presso le Commissioni Territoriali per il riconoscimento dello status di rifugiato e mediatore culturale, lavora con Comuni e Scuole con il suo progetto per l’integrazione tra culture diverse. Collabora altresì con il Movimento Dehoniano Europeo Onlus di Napoli. È stato protagonista di una puntata di Tg2 Storie su Rai 2, conduce programmi radiofonici e gira l’Italia partecipando a conferenze sulle tematiche dell’immigrazione, l’integrazione e la costruzione della società multietnica. Ha già pubblicato una raccolta poetica, “L’alba Arriva per Tutti”, uscita nel 2012 per le Edizioni Ensemble di Roma.

Calendario Eventi

Dicembre 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31